Fenomenologia della Percezione

By Maurice Merleau-Ponty

Questo libro del 1945, dal 2003 riproposto da Bompiani al pubblico italiano, ha acquistato negli anni un rilievo teorico sempre maggiore al punto di essere oggi considerato tra i grandi classici della filosofia del Novecento. Qui los angeles fenomenologia di Husserl si congeda da ogni equivoco idealistico e diventa sapere del concreto mondo della vita, un sapere tutto centrato attorno a quell’enigma che è il nostro corpo. l. a. percezione investe nella sua globalità il soggetto-corpo che noi siamo, intreccia l’interno e l’esterno in un’ambivalenza irrisolvibile che non permette più nessuna frontiera rigida e annulla ogni dualismo di sapore cartesiano. Quando il libro uscì attrasse soprattutto in line with le affinità con i motivi dell’esistenzialismo. Quando venne tradotto negli anni Sessanta Enzo Paci ne fece il manifesto della fenomenologia concreta. Oggi esso è un crocevia inevitabile sia in step with i filosofi dell’esperienza sia in step with gli scienziati della percezione. Corpo, intersoggettività e una nuova concept di soggetto sono i concetti di Merleau-Ponty da cui l. a. filosofia non può tornare indietro. D’altronde lo scavalcamento di ogni dualismo tra scienze della natura e scienze dello spirito, nutrito da una miriade di descrizioni puntuali, fa di questo libro anche l. a. base indiscussa di gran parte del lavoro sperimentale sulla percezione.

Show description

Quick preview of Fenomenologia della Percezione PDF

Show sample text content

In definitiva è dunque vero che l’analisi riflessiva riposa interamente su un’idea dogmatica dell’essere e che in questo senso essa non è una presa di coscienza compiuta. forty Quando l’intellettualismo riprendeva l. a. nozione naturalistica di sensazione, una filosofia period implicita in questo passo. Reciprocamente, quando los angeles psicologia elimina definitivamente story nozione possiamo aspettarci di trovare in questa riforma l’avvio di un nuovo tipo di riflessione. Al livello della psicologia l. a. critica dell’«ipotesi di costanza» significa solo che si abbandona il giudizio in quanto fattore esplicativo nella teoria della percezione.

Si entra cosi nell’analisi di dò che rende possibile los angeles grandezza e, più in generale, le relazioni o le proprietà dell’ordine predicativo, si entra in quella soggettività �precedente ogni geometria» che nondimeno Alain dichiarava inconoscibile. Il fatto è che l’analisi riflessiva diviene più strettamente cosciente di se stessa come analisi. Essa si accorge di aver abbandonato il proprio oggetto, l. a. percezione. Dietro il giudizio che aveva messo in evidenza, riconosce una funzione più profonda che lo rende possibile; ritrova, al di là delle cose, i fenomeni.

Cfr. , in step with esempio, Cinq psychanalyses, cap. I, p. ninety one, nota five los angeles constitution du comportement, pp. eighty sgg 6 Binswanger, Über Psychotherapie, pp. 113 sgg. 7 Binswanger (ibidem, p. 188) segnala che un malato, nel momento in cui ritrova e comunica al medico un ricordo traumatico, prova un rilassamento dello sfintere. eight J. -P. Sartre, L’imaginaire, p. 38. nine Freud, advent à los angeles psychanalyse, p. sixty six. 10 Binswanger, op. cit. , pp. 113 sgg. eleven Ibidem, p. 188. 12 Ibidem, p. 182. thirteen Binswanger, �eine verdeckte shape unseres Selbstseins», ibidem, p.

Lo capiremo meglio precisando le nozioni di �espressione» e di �significato» che appartengono al mondo del linguaggio e del pensiero costituiti, che abbiamo applicato acriticamente alle relazioni fra il corpo e Io psichismo e che l’esperienza deve invece insegnarci a correggere. Una ragazza,6 cui los angeles madre ha vietato di rivedere il giovane che essa ama, perde il sonno, l’appetito e infine l’uso della parola. Nel corso dell’infanzia si trova una prima manifestazione di afonia in seguito a un terremoto, poi un ritorno all’afonia in seguito a una violenta paura.

18. ) Ma allora una ispezione dello spirito che le percorresse e le determinasse l’una in funzione dell’altra non sarebbe los angeles vera soggettività e dovrebbe ancora troppo alle cose thoughtful are available in sé. l. a. percezione non deduce los angeles grandezza dell’albero da quella dell’uomo o viceversa, non deduce né l’una né l’altra dal senso di questi due oggetti, ma costituisce tutto in una volta: l. a. grandezza dell’albero, quella dell’uomo, e il loro significato di albero e di uomo; di modo che ogni elemento si accorda con tutti gli altri e compone con essi un paesaggio in cui tutti coesistono.

Download PDF sample

Rated 4.18 of 5 – based on 31 votes